La salute in pillole

Chirurgia Plastica

Blefaroplastica

di Nicolina Leone - Intervento di chirurgia estetica particolarmente di moda soprattutto nel recente periodo, la blefaroplastica altro non è che la modifica della zona che interessa gli occhi. Si tratta di un'operazione che rientra nei ritocchi puramente di carattere estetico, caratterizzata da una percentuale di rischi minima e nessuna particolare controindicazione.

In cosa consiste

La blefaroplastica è un intervento particolarmente ricercato dalle donne che, raggiunta una certa età, dovendo combattere con fenomeni quali l'abbassamento delle palpebre (e più in generale, la perdita di elasticità del tessuto cutaneo) ma anche le dosi di grasso superfluo che si accumulano creando spiacevoli depressioni che spezzano l'armonia del viso, entrano in crisi e cercano di porre rimedio.

L'operazione si ripromette di ringiovanire e tonificare le cosiddette palpebre rilassate, tipiche dell'invecchiamento fisiologico.

Anche le borse sotto gli occhi sono curate in maniera definitiva, presentando come risultato finale un aspetto molto più uniforme della cute e delle aree adiacenti.

La procedura avviene solitamente tramite filler, ovvero una iniezione sottocutanea di sostanza fisiologica o prodotto chimico che permette di distendere al meglio la cute e donare ai muscoli facciali un maggiore livello di relax, riducendo le attività in cui sono quotidianamente coinvolti grazie alle miriadi di espressioni facciali che contraddistinguono il viso umano.

Bisogna però rilevare come questa serie di trattamenti non dia origine a un’eliminazione completa delle rughe, per questo motivo è possibile sottoporsi a più sessioni nel corso degli anni.

Come ipotetico dato di partenza è considerata l'età, essendo infatti sconsigliato un intervento di blefaroplastica ad un paziente sotto i 35 anni: da notare come sia possibile agire anche in modo invasivo, tramite alcune micro-incisioni (si parla di qualcosa come un paio di millimetri) in aree nascoste o poco visibili del viso, solitamente la palpebra inferiore. I tempi necessari al completamento di una sessione di blefaroplastica possono variare leggermente secondo lo specifico caso ma s’intendono comunque come compresi in una fascia che va da 20 minuti ad un massimo di 30/40.

Naturalmente, tale valore diventa non affidabile nel caso in cui l'intervento sia solo una parte del processo di ringiovanimento facciale richiesto dal paziente.

Nel periodo post-operazione saranno somministrati particolari colliri da usare a intervalli regolari, al fine di lubrificare gli occhi, evitare possibili infezioni e stando attenti a non inglobare i tipici cerotti con i quali bisogna convivere in attesa della completa rimarginazione della zona incisa.

Difficilmente si parla di casi in cui è necessario un bendaggio completo, dettaglio che lascia parziale libertà di visione al paziente anche durante i giorni di convalescenza



...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2017 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................