La salute in pillole

Morbo di Still

di Nicolina Leone - Il Morbo di Still, (prende il nome dal medico inglese Sir George F. Still) è una patologia a base infiammatoria, caratterizzata da febbre alta, eruzione cutanea che va e viene di uno strano color rosa intenso, e artrite. Essa è stata diagnosticata per la prima volta nei bambini ma ora si nota la presenza, molto meno comune, negli adulti.

 Quali sono le cause del Morbo di Still

 Ci sono un certo numero di scuole di pensiero per quanto riguarda la causa della patologia. Un’ipotesi è che il Morbo di Still sia dovuto a un’infezione causato da un microbo. Un'altra ipotesi suggerisce che sia una malattia autoimmune. Infatti, la causa determinante non è ancora nota.

Pertanto, la prevenzione della patologia non è assolutamente possibile al momento.

Il Morbo di Still provoca l'artrite idiopatica giovanile e (AIG) ha un esordio sistemico. Per "sistemico" indichiamo una patologia che inizia con:

  • Infiammazione articolare,
  • Febbre alta, con picchi che si verificano approssimativamente alla stessa ora ogni giorno
  • Gonfiore delle ghiandole linfatiche
  • Coinvolgimento degli organi interni
  • Rash cutaneo che appare e scompare provocando prurito
  • Scarso appetito
  • Nausea e perdita di peso
  • Aumento di volume della milza e del fegato
  • Mal di gola .
  • Spesso l'infiammazione colpisce le aree del cuore ( pericardite ) e i polmoni ( pleurite ), con
  • (versamento pericardico ) e ( versamento pleurico ).

 Artrite, gonfiore alle articolazioni, sorgono dopo l’eruzione cutanea e la febbre. Anche se l'artrite può essere inizialmente trascurata a causa della quantità degli altri sintomi alla fine dolore e gonfiore diventano indicativi per la diagnosi.

 Diagnosi del Morbo di Still

La diagnosi avviene quasi esclusivamente in funzione delle caratteristiche sintomatiche sopra elencate. Se i sintomi persistono per almeno sei settimane, è necessario avere la certezza che si tratti del Morbo, per escludere altre patologie (infezioni, tumori)

Molti pazienti mostrano una quantità elevata di globuli bianchi, sintomo di una grave infezione, ma, dalle indagini classiche, quali le analisi del sangue per l'artrite reumatoide (fattore reumatoide ) e lupus eritematoso sistemico ( anticorpi anti-nucleo ) emergono sempre risultati negativi. Ciò complica ancora di più il lavoro del reumatologo, anche perché se non c’è una diagnosi adeguata e tempestiva i danni alle articolazioni, possono diventare permanenti.

Cure probabili

 Le terapie, solitamente sono rivolte solo alle zone colpite, i farmaci più utilizzati sono:

  • Anti-infiammatori non steroidei (FANS)
  • Farmaci steroidei a base di cortisone e prednisone per trattare le forme più gravi.

 Per le forme acute e croniche, invece la terapia si basa su:

  • idrossiclorochina
  • penicillamina
  • azatioprina
  • metotressato
  • ciclofosfamide
  • Immunoglobuline
  • inibitori del TNF (Etanercept, Infliximab)
  • endovenose d’infliximab (per ridurre l’aumento di volume degli organi interni interessati)

 

La ricerca sul Morbo di Still è attualmente  corso, allo stato sperimentale al momento c’è  un solo farmaco biologico somministrabile in forma intramuscolare che sembra dia buone speranze, (anakinra).

 

.
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2014 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................