La salute in pillole

Odontoiatria

Con il termine Odontoiatria si definisce il ramo della medicina che studia e risolve le patologie legate alla bocca.

Denti, gengive, apparato mascellare sono l’interesse principale dell’odontoiatra.

Il termine, in effetti, è molto generico e si tende a pensare che sia rivolto principalmente alla cura delle carie, all’estrazione dei denti e qualche altro particolare irrilevante.

Nel’antichità era sicuramente così, oggi, invece, è una scienza che si occupa di tutti i problemi legati all’apparato stomatognatico a 360°. Gli studi e le ricerche sono in continua evoluzione per garantire all’utente, non solo risultati  mirati alla cura dei denti, ma, anche perfezionamenti a livello estetico.

Per ottenere la qualifica di odontoiatra, il percorso didattico prevedeva, fino al 1994, la laurea in Medicina e Chirurgia più la specializzazione in Odontostomatologia, in seguito è nata una facoltà specifica, Odontoiatria e Protesi Dentaria che è quella che oggi produce figure professionali di eccellente preparazione il cui compito è fornire servizi e cure mediche a chi ha problemi legati alla bocca.

Solitamente quando si ha mal di denti la frase che si sente dire è: credo sia arrivato il momento di andare dal dentista! Semplice e lineare, invece no, guai a definire dentista un professionista del settore…

Il perché è presto detto, l’odontoiatria si avvale di una serie di specializzazioni di tutto rispetto, che richiedono lunghi anni di studio per conferire al dentista titoli specifici.

II chirurgo Odontostomatologico è preposto all’estrazione dei denti, di radici malate o infette, alla rimozione di cisti e tumori riguardanti tutto il cavo orale.

L’Endodonzista si occupa delle lesioni, a livello esteriore e interno, svuota i canali interni, rimuove le terminazioni nervose e occlude, salvando l’esterno del dente, tale processo prende il nome di terapia canalare o devitalizzazione.

L’Igienista Dentale è colui che si occupa principalmente della prevenzione, quindi, attua la pulizia periodica, lo sbiancamento, la detatarsi e ha facoltà di prescrivere dentifrici e collutori curativi.

Lo Gnatologo studia il rapporto fra denti e terminazioni nervose, ampliando la sua opera verso ciò che dalla bocca può creare disagio a tutto l’organismo.

Il Pedodonzista è colui che cura i piccoli pazienti e presiede in collaborazione con l’Ortodonzista all’allineamento corretto dei denti nella fase di crescita.

L’Implantologo sostituisce denti e molari mancanti con il processo chirurgico di implantologia fissa e si occupa anche dell’allineamento dei denti nell’adulto.

L’Odontotecnico, produce protesi dentarie mobili, ed è di supporto nei casi di sostituzioni totali o parziali dei denti.

Il Paradontologo è specializzato nella cura delle parti molli, e interviene maggiormente nei casi di paradontite per cercare di tamponare e preservare il più a lungo possibile i denti originali del paziente.

Infine è d’obbligo citare una parte, ai più sconosciuta, ma molto affascinante, l’Odontoiatria legale o Odontologia Forense. L’uso di questa parte dell’odontoiatria è rivolto alla valutazione di prove che possono essere sottoposta ad esami, in ambito forense sia nei procedimenti civili che penali.

La scelta del professionista a cui affidare la cura della propria bocca non è esattamente così semplice come appare, può generare più confusione che altro, per cui, nel momento in cui avete mal di denti, recatevi tranquillamente dal vostro “dentista” di fiducia e lasciate a lui l’onere di decidere di cosa avete realmente bisogno.

Potreste anche avere bisogno di un chirurgo Maxillo Facciale!

Autore: Nicolina Leone


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2017 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................