La salute in pillole

Nefrologia: le malattie del rene

La nefrologia, come si deduce dall’origine semantica del termine (che risulta dalla combinazione delle parole greche “nephros”, che signfica “rene” e “logia”, che significa “studio”), rappresenta un ramo specialistico della medicina che si occupa delle vie urinarie e, in particolare, dei reni. Il nefrologo, dunque, studia in maniera più approfondita la normale funzionalità di tutti gli elementi che compongono i reni, tra i quali meritano speciale attenzione i “nefroni”, delle unità filtranti di base presenti nel rene in numero notevole e costituite da piccoli vasi sanguigni (c.d. “glomeruli”) e da tubuli, deputati alla produzione di urina. Oltre all’aspetto anatomico e fisiologico degli organi che compongono l’apparato urinario, il nefrologo esamina tutte le patologie che possono colpire gli elementi rientranti nell’area di sua competenza, valutando, di volta in volta, quale metodologia utilizzare per diagnosticare con certezza la malattia e quali terapie e/o tecniche operatorie adottare per curare le disfunzioni o le anomalie eventualmente riscontrate. Spetta sempre al nefrologo, infine, la scelta, qualora sia necessario, del tipo di dialisi da impiegare, anche tenendo conto del tipo di paziente e delle sue quotidiane necessità di vita; sarà sempre lo specialista in nefrologia, infine, a valutare se ricorrere, quale estrema ratio, al trapianto di un rene, provvedendo, di regola egli stesso, all’esecuzione di tale delicato intervento.


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2016 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................