La salute in pillole

Le dermatiti: cause, sintomi e terapia

Le dermatiti sono malattie della pelle di carattere infiammatorio, normalmente non contagiose, che possono insorgere in relazione a fattori diversi. Tra le cause più comuni si annoverano le infezioni, le reazioni allergiche, le irritazioni, le carenze o gli eccessi alimentari. I segnali più evidenti della patologia sono costituiti dalla comparsa di eritemi, vescicole, arrossamenti, gonfiori cutanei o vere e proprie lesioni, spesso accompagnate da prurito. A seconda dell’origine e dei sintomi, le dermatiti possono distinguersi in vari tipi. La dermatite da contatto è causata dal contatto diretto della pelle con sostanze irritanti o allergeniche che scatenano nell’organismo una reazione immunitaria. Tra queste sono comprese sostanze utilizzate comunemente nella vita quotidiana, quali detergenti, farmaci, cosmetici, metalli, ecc. La patologia è caratterizzata da manifestazioni cutanee pruriginose, contraddistinte da rossore e comparsa di piccole vescicole sulle zone della pelle interessate dal contatto diretto gli elementi irritanti o allergenici. La terapia consiste, principalmente, nella sospensione della vicinanza con l’agente nocivo, previa individuazione dello stesso mediante esami specifici (test epicutanei). Al fine di ridurre l’infiammazione ed il prurito possono essere usati farmaci a base di cortisone o antibiotici. La dermatite seborroica è piuttosto frequente negli individui dotati di pelle e capelli grassi. Le cause principali sono individuate nell'iperattività delle ghiandole sebacee e nell’alterazione delle loro secrezioni. Si manifesta con la comparsa di forfora grassa e perdita di squame untuose nel cuoio capelluto, nelle sopracciglia, nelle zone poste ai lati del naso e dietro alle orecchie, nella zona inguinale ed in quella ascellare. La cura si basa sull’applicazione di pomate, lozioni, shampoo allo zinco, al selenio o al cortisone. La psoriasi è una forma di dermatite causata dal concorso di vari fattori, tra i quali la predisposizione genetica e lo stress assumono un ruolo determinante. I sintomi più frequenti sono costituiti dalla comparsa di chiazze rosso-biancastre eritemato-squamose di varia grandezza e forma, ad andamento cronico recidivante. Le modalità di trattamento sono diverse e tra esse si ricordano trattamenti topici (nelle forme lievi), la fototerapia (nelle forme di media gravità) ed i trattamenti sistemici (nelle forme gravi). La dermatite atopica o eczema rappresenta una forma patologica di origine allergica avente caratteristiche ereditarie. Normalmente, si presenta nei primi anni di vita delle persone e tende a regredire in età adulta, fatti salvi i casi in cui permanga il contatto con il fattore allergizzante. L’origine pare dovuta all’interazione fra le alterazioni cutanee, i disordini del sistema immunitario e lo stress. I sintomi più comuni sono rappresentati dalla comparsa e scomparsa ciclica di eczemi cutanei. Sotto il profilo della terapia è sconsigliato l’uso prolungato di preparati topici (creme e pomate), per il rischio di dermatiti da contatto. Risulta utile, per contro, la vaccinoterapia e l’adozione di misure preventive idonee a mantenere la pelle ben idratata, nonché comportamenti idonei ad evitare la frequentazione di ambienti polverosi o il contatto con gli animali. La diagnosi di una specifica tipologia di dermatite non è sempre agevole. Una corretta qualificazione della patologia può essere effettuata grazie ai risultati dell’anamnesi del paziente, dei test epicutanei, di una piccola biopsia e degli esami ematici.


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2013 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................