La salute in pillole

Disturbo post traumatico da stress

di Nicolina Leone - Il disturbo post traumatico da stress come dice la stessa definizione è un disagio psicologico postumo.

Esso si presenta in seguito ad un avvenimento di carattere violento che ha colpito il soggetto stesso o persone a lui particolarmente care. Indipendentemente dall’età e dal sesso questo disagio può presentarsi immediatamente dopo la vicenda che lo ha scatenato oppure dopo alcuni giorni, in ogni caso nel momento in cui incomincia a manifestarsi i sintomi sono ben visibili e riconoscibili.

Chiaramente il fattore scatenante è di natura violenta e a forte impatto emotivo, normalmente è legato all’avere subito una forma di brutalità fisica e/o emotiva.

Una persona che subisce violenza sessuale, che viene percossa ripetutamente o che assiste a queste scene, svilupperà un trauma.

Essere colpiti da un lutto improvviso e crudele o assistere ad un incidente stradale mortale provocherà lo stesso disturbo.

Un bambino che subisce violenza tende a cancellare dalla sua mente l’accaduto, ma, nel tempo anche a distanza di anni svilupperà gli effetti del trauma.

Oltre ad essere una patologia soggettiva, il disturbo da stress post traumatico può diventare un vero e proprio malessere sociale, in alcuni casi specifici.

Le statistiche, stimano che l’80% di soldati che hanno combattuto in un conflitto a fuoco e che hanno assistito per lunghi periodi a scene di guerra vengono colpiti da tale sindrome.

Una catastrofe naturale come uno tsunami o un forte terremoto mette in ginocchio, psicologicamente, intere regioni.  Un esempio eclatante è stato crollo delle Torri Gemelle a New York l’11 settembre del 2001, inseguito ad un atto terroristico, che ha causato centinaia di morti, ancora oggi i sopravissuti e i parenti delle vittime non hanno superato l’effetto del flagello.

Ma come si presenta il disturbo post traumatico da stress?

In effetti, la manifestazione dei sintomi differisce lievemente, nella globalità, da soggetto a soggetto.

Nei bambini il primo sintomo è una totale perdita di organizzazione, un comportamento dissociativo e molto spesso una forte agitazione legata al rifiuto di parlare.

L’adulto, sviluppa le stesse manifestazioni, in più è vittima ricorrente di incubi, durante il sonno, legati al ricordo dell’accaduto e di flash back in stato di veglia.

Possono presentarsi episodi dissociativi, con momentanea perdita del contatto con la realtà.

In ogni caso, lo stile di vita cambia radicalmente, il soggetto perde interesse per la quotidianità e ancor peggio per il futuro, non vede prospettive positive di fronte a se e tende ad isolarsi.

Nella diagnosi del disturbo, clinicamente sono presenti tre tipologie:

Disturbo acuto, se l’espressione dei sintomi è inferiore a 3 mesi;

Disturbo cronico, se il periodo supera i 3 mesi;

Disturbo tardivo, quando fra la causa e l’effetto intercorre un certo periodo di tempo.

Poiché il disturbo post traumatico da stress rientra nella sfera dei problemi legati all’ansia, la terapia iniziale è prettamente rivolta al sostegno dei soggetti colpiti,  attraverso la psicoterapia cognitivo comportamentale, cioè porre i pazienti nella condizione di potere esprimere il loro disagio parlandone apertamente e agendo sulla razionalizzazione dell’accaduto.

Un altro metodo è quello dell’esposizione, il paziente è invitato a rivivere mentalmente lo stress subito mentre lo psicoterapeuta tenta di porre in evidenza il fatto che ormai è passato e imposta il pensiero sulla realtà oggettiva del presente e del futuro.

Un nuovo approccio terapeutico è l’Emdr, ovvero la stimolazione dei movimenti oculari, durante il ricordo del trauma subito, per consentire una veloce elaborazione e di conseguenza l’eliminazione del ricordo stesso.

Nel caso di disturbo post traumatico da stress, la terapia è principalmente di carattere psicologico, raramente e solo nel caso di comportamenti violenti sono prescritti blandi ansiolitici ( benzodiazepine in dosi minime) oppure cure dolci e naturali quali i Fiori di Bach.

 



...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2018 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................