La salute in pillole

Epatite D o Delta

L’epatite D è un’infezione del fegato che viene classificata, a sua volta, in tre genotipi (anche se il primo è di gran lunga più diffuso in Occidente) e la cui principale peculiarità è data dalla necessaria compresenza nell’organismo dell’HBV. Senza la contemporanea infezione da epatite B, infatti, il virus HDV non è in grado di attaccare le cellule epatiche, poiché non riesce a riprodursi: è per questo che la patologia in esame è fatta rientrare nella categoria dei virus c.d. “satelliti” o “subvirioni”. Le modalità di trasmissione e i sintomi sono analoghi a quelli dell’epatite B, ma i fastidi e, soprattutto, le complicanze, sono solitamente intensificati in modo considerevole; accresce, in particolare, il rischio che si sviluppi una cirrosi e perfino che l’azione combinata delle due malattie si riveli fatale. Per quanto concerne il periodo d’incubazione, esso è lo stesso dell’HBV qualora i virus si presentino simultaneamente, mentre è di circa due – otto settimane nel caso in cui l’epatite D sopravvenga a un’epatite B già in corso. Poiché non esistono terapie specifiche in grado di guarire da tale patologia, l’unica soluzione veramente efficace è il vaccino contro l’epatite B, che renderà immuni anche nei confronti dell’HDV.
Ecco alcuni approfondimenti sulle diverse tipologie di epatite: Epatite a - Epatite b - Epatite c - Epatite d - Epatite e


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2019 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................