La salute in pillole

Ipogonadismo







Ipogonadismo

Cistite - La prostata - La prostatite - Ipertrofia prostatica - Lichen Sclerosus - Epispadia - Uretrotomia Endoscopica - Neuromodulazione Sacrale - Uretroplastica - Protesi Peniene - Priapismo - Ipogonadismo - Glossario di Urologia - Estrofia - Disfunzione Erettile - Chinesiterapia - Cistectomia - Tumore alla vescica - Sclerosi del collo vescicale - Stenosi uretrale - Incontinenza urinaria - Calcolosi urinaria - Eiaculazione Precoce - Varicocele - Le malattie renali (nefrologia)

di Nicolina Leone - Assunto come una delle cause principali della disfunzione erettile consiste nell’ipo produzione di ormoni androgeni.

Se l’alterazione proviene dai testicoli si definisce ipogonadismo primitivo, e comporta assenza di produzione di spermatozoi, quasi totale assenza di testosterone, alti livelli di gonadotropine ( FSH) se inversamente l’alterazione dipende dall’ipotalamo e dall’ipofisi si classifica come forma secondaria.

Anche in funzione dell’età in cui compare la disfunzione, si ha una classificazione determinate per la terapia.

L’ipogonadismo prepuberale causa il mancato sviluppo dei genitali, un tono di voce acuto, uno scheletro minuto e fragile e la quasi totale assenza di peli sul corpo.

Il soggetto che presenta tali deficit è detto eunuco.

Nella forma di ipogonadismo secondario che avviene in età postpuberale i sintomi principali si differenziano di poco mentre se ne aggiungono altri, disfunzione erettile, desiderio sessuale minimo, astenia, dimagrimento della massa muscolare, impossibilità di concentrazione mentale, infertilità.

Pur raggiungendo uno sviluppo fisico quasi da adulto, la mancata produzione di ormoni causa una malattia prevalentemente femminile, l’osteoporosi, pertanto i rischi di fratture è molto elevato.

La spiegazione dell’ipogonadismo primario sta nella Sindrome di Klinefelter e consiste nella presenza di un cromosoma x sopranumerario.

Esempio:

Sappiamo che geneticamente ogni essere umano ha 46 cromosomi in tutto, di questi, 22 coppie sono non sessuali, mentre una sola determina il sesso del nascituro, XX per le donne, XY per i maschi.

Può succedere che sia presente, incidentalmente, un cromosoma o parte di esso, in più, in questi casi subentrano una serie di patologie fra cui l’ipogonadismo.

Mentre per la forma secondaria la causa principale è un difetto di produzione di gonadotropine ( FSH ) da parte dell’ipofisi, più un’ulteriore carenza di produzione di ormoni GnRH da parte dell’ipotalamo.

Le gonadotropine sono ormoni che regolano lo sviluppo dei genitali e la loro corretta funzionalità, esse sono controllate dagli ormoni GnRH prodotti dall’ipofisi, che li rilascia periodicamente ( ogni 3 ore circa ).

E’ facile intuire che, se la produzione e il controllo degli ormoni citati non è perfettamente sincronizzato il risultato è l’ipogonadismo secondario.

Per questa patologia non c’è ancora una cura valida, si può intervenire soggettivamente solo in caso di sintomi particolari ed unicamente per la cura degli stessi.

 
























































Contatti | Comunicati stampa salute | Termini e condizioni | ©2012 La salute in pillole - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it