La salute in pillole

L'ittero fisiologico del neonato

L'ittero fisiologico del neonato

Rintracciare l’origine dell’ittero sarà, ovviamente, di fondamentale importanza, affinché il pediatra suggerisca le cure più adeguate al caso esaminato, sempre che sia necessario intervenire. Un lieve ittero, infatti, rappresenta uno degli aspetti che caratterizza molto spesso i primissimi giorni di vita del piccolo; esso è definito usualmente ittero semplice o ittero fisiologico del neonato.

Il fenomeno, con il sintomatico giallastro cutaneo che ad esso si accompagna, scompare in maniera spontanea solitamente nel giro di sette - dieci giorni, dopo aver avuto una fase ascendente intorno al terzo giorno e un picco di concentrazione sanguigna della bilirubina intorno al quarto - quinto giorno dalla nascita. Generalmente, si colorano prima le sclere, poi il viso, il tronco e per ultimi, se i valori della bilirubina dovessero salire, gli arti. Qualora il colorito del bambino tenda a un giallo particolarmente intenso oppure i sintomi si protraggano in modo piuttosto visibile oltre una settimana, è opportuno effettuare un prelievo del sangue dal tallone, al fine di quantificare le dosi di bilirubina presenti. Sebbene si tratti quasi sempre di un fenomeno benigno e transitorio, è importante accertarsi che i livelli di bilirubina non oltrepassino certi valori; per la precisione, l’ittero diventa pericoloso per valori di bilirubina superiori a 20 mg/ml. Il rischio maggiore, infatti, è che gli accumuli si depositino nel cervello, provocando gravi lesioni, soprattutto a livello di cervelletto, midollo allungato, ippocampo e gangli della base, aree dell’encefalo maggiormente sensibili di altre all’azione tossica della bilirubina.

Alcune caratteristiche di tale disturbo possono rassicurarci sul fatto che siamo in presenza di un ittero fisiologico: 

- il colorito giallastro non deve apparire subito, ossia nel primo giorno di vita;

- il valore della bilirubina non deve salire più di 5 mg%/dl nell’arco di una giornata;

- durante tutto il periodo, il valore della bilirubina non deve raggiungere livelli eccessivi (non oltre 12 mg %/dl nel nato a termine, non oltre il 15 mg %/ dl nel prematuro);

- l’ittero non deve durare troppo a lungo (una decina di giorni nel nato a termine, un paio di settimane nel prematuro). 

Le affezioni cutanee neonatali

Gli occhi e la vista del bambino

L'apparato gastrointestinale del neonato

L'ittero neonatale

Funzione urinaria e infezioni delle vie urinarie nell'età infantile

La fibrosi cistica


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2019 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................