La salute in pillole

Rimedi contro le coliche gassose neonatali

RIMEDI E SUGGERIMENTI UTILI IN CASO DI COLICHE GASSOSE NEONATALI

 

Le coliche infantili, comunque, non sono quasi mai da considerarsi una malattia, bensì uno degli aspetti della fase iniziale della vita che, seppur fastidiosi sia per il bimbo che per chi gli sta vicino, sono destinati ad attenuarsi e a scomparire in genere nel giro di pochi mesi e, soprattutto, non lasciano conseguenze. Premesso, quindi, che conviene armarsi più di pazienza che di altro, i pediatri spesso danno alcuni suggerimenti che, salvo casi di effettivo bisogno, risultano validi sostituti di medicinali specifici.

Ad esempio, si può provare a cullare dolcemente il neonato, dopo averlo adagiato a pancia in giù sulle ginocchia, sopra una borsa di acqua calda avvolta in un panno di lana. Una delle soluzioni potrebbe essere, poi, quella di limitare l’aria che entra nello stomaco mentre il bambino beve. A tal fine, in caso di allattamento artificiale, a volte è utile modificare l’inclinazione del biberon o acquistarne uno di quelli in commercio che tendono a ridurre il fenomeno delle colichette, grazie alla speciale forma della tettarella o a degli innovativi sistemi di cannucce che aspirano l’aria incanalatasi nel contenitore. In caso di allattamento al seno, premesso che pare avere effetti benefici sulle coliche gassose la stessa azione meccanica del succhiare il capezzolo materno, è bene che il neonato non sia troppo sdraiato mentre beve: la parte superiore del corpo deve stare sempre un po’ sollevata rispetto alle gambe. Anche eccessivi scuotimenti mentre il piccolo si nutre o sta digerendo il latte da poco ingerito possono favorire la formazione delle arie intestinali.

Uno dei rimedi più efficaci è, inoltre, quello di cambiare la marca del latte artificiale o, in caso di allattamento al seno, quello che la mamma eviti per un certo periodo uno o più degli alimenti considerati allergizzanti, reintroducendoli nella dieta materna ad uno ad uno: saranno tentativi utili per intuire dalle reazioni del bambino quale o quali di essi erano la causa (o la concausa) del disturbo digestivo di cui trattasi. Tra i principali alimenti "a rischio coliche", in genere, vengono annoverati:

- il latte e i latticini;

- alcune spezie (come il curry, il peperoncino e i vari tipi di pepe), condimenti e salse piccanti o base di aglio e cipolla;

- cavoli, cavolfiori e broccoli;

- caffè (che sarebbe meglio sostituire con orzo o tisane aromatiche) e sostanze alcoliche;

- prodotti a base di grano e derivati, specie se lievitati (in primis il pane o merendine, che, per di più, contengono anche conservanti e coloranti);

- frutta (in particolare agrumi, ananas, kiwi e uva) e succhi di frutta.

Un altro rimedio che spesso allevia le coliche gassose è costituito da certi tipi di massaggi, da eseguire quotidianamente nella zona della pancia. Ne esistono una serie: basta consultare alcuni testi di recente stampa sulle cure neonatali o partecipare a uno dei corsi ad hoc che vengono sempre più spesso tenuti nei consultori o perfino in certe catene di negozi per bambini. Tra i massaggi più consigliati per prevenire e alleviare le coliche, vi è quello della micropressione addominale: si sdraia il piccolo a pancia in su e, dopo aver visualizzato un ferro di cavallo posizionato sull’addome e rivolto verso il basso, si esercita una leggera pressione per alcuni secondi, con la punta delle dita, sui punti che disegnano il ferro di cavallo.

A volte delle tisane, specie a base di anice e finocchio, reperibili in erboristeria e da somministrare durante la fase digestiva del neonato, tendono a migliorare la situazione.

Qualora, magari a causa della particolare intensità e/o frequenza dei sintomi e dell’inefficacia dei rimedi naturali appena visti, il vostro pediatra ritenga indispensabile somministrare al bambino uno dei farmaci ad hoc ad effetto calmante, accertatevi che la cura sia graduale e controllate le reazioni del piccolo: ci sono in commercio dei preparati che contengono sostanze eccessivamente anestetizzanti e che, sebbene abbiano l’effetto di tranquillizzare il bambino, agiscono in maniera troppo incisiva, tanto da farlo dormire profondamente per troppe ore consecutive e renderlo apatico o irritabile.

Le affezioni cutanee neonatali

Gli occhi e la vista del bambino

L'apparato gastrointestinale del neonato

L'ittero neonatale

Funzione urinaria e infezioni delle vie urinarie nell'età infantile

La fibrosi cistica


...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2019 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................