La salute in pillole

Infezioni delle prime vie respiratorie

Le infezioni delle prime vie respiratorie si manifestano attraverso sintomi specifici. Il naso chiuso e colante è la prima evidenza di una malattia relativa alle vie aeree superiori, assai spesso di origine virale. A tale sintomo iniziale si aggiunge, normalmente:

  • mal di gola,
  • raucedine,
  • tosse, 
  • febbre, 
  • arrossamento degli occhi,
  • malessere complessivo

e, al culmine del fenomeno patologico, ingrossamento delle ghiandole linfatiche del collo.

In generale, le infezioni delle prime vie respiratorie sono provocate da virus che coinvolgono il naso e la gola e si diffondono fra gli individui per contagio. Gli agenti nocivi si trasmettono comunemente, attraverso i colpi di tosse, gli starnuti, il contatto diretto con le persone affette o con gli oggetti contaminati, sui quali i virus possono sopravvivere per alcune ore. L’azione aggressiva degli elementi patogeni si espande rapidamente dal naso, alla trachea e ai bronchi, causando tosse e mal di gola.

I virus responsabili delle infezioni delle prime vie aeree sono moltissimi e, pertanto, nel corso di un periodo anche breve, ogni persona può essere soggetta a diversi episodi di raffreddore, in relazione all’agente patogeno responsabile dell’aggressione. La maggior parte dei virus si presenta con cadenza stagionale, soprattutto in inverno e primavera anche se non mancano manifestazioni infettive in altri periodi dell’anno. L’insorgere delle patologie è solitamente favorito dal clima freddo, dal vento, dalla pelle bagnata o sudata esposta alle correnti d’aria e dall’uso non corretto dell’aria condizionata.

Le infezioni delle prime vie aeree possono evolvere in forme più gravi, la cui tipologia varia in relazione alle zone del corpo interessate ed ai sintomi. Tra queste si ricordano, alcune patologie infiammatorie quali laringiti, faringotonsilliti e sinusiti.

  • Le laringiti interessano la laringe e sono caratterizzate da voce rauca e talvolta quasi assente (afonia), bruciori, tosse prevalentemente secca e febbre.
  • Le faringotonsilliti riguardano la faringe e le tonsille, sono tipiche della stagione invernale e si manifestano con bruciori alla gola, secchezza delle mucose, difficoltà a deglutire, febbre, nonché arrossamento e gonfiore delle zone colpite.
  • Le sinusiti nascono come patologie virali delle alte vie aeree complicate, in seguito, da un’infezione batterica secondaria. Si tratta d’infiammazioni dei seni frontali e paranasali, acute o croniche, caratterizzate da dolore persistente e talvolta emissione di abbondante catarro nasale.

La cura delle infezioni delle prime vie aeree è rivolta più ai sintomi che alle cause della malattia e, in generale, i farmaci antivirali specifici, parainfluenzali e gli adenovirus respiratori riescono a diminuire il decorso patologico, già normalmente limitato a qualche giorno.



...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2013 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................