La salute in pillole

Rimedi naturali per il mal di gola

di Nicolina Leone - Il mal di gola (termine comune per la faringite) è una delle patologie più comuni eppure più fastidiose.

Data l'enorme varietà di sintomi che accompagnano questa condizione, spesso è impossibile determinare una cura farmacologica definitiva, quindi ci troviamo costretti a provare i famosi rimedi casalinghi, o le soluzioni della nonna dei bei tempi andati. Nello specifico, i medicamenti tramandati da generazione in generazione stimolano positivamente il sistema immunitario confermando l’antica saggezza.

  • Limone, bicarbonato e affini

Il mix di elementi che contraddistingue il limone e più in generale i prodotti cui è associata una reazione acida molto intensa è davvero indicato per curare i primi sintomi del mal di gola, in particolare il blocco respiratorio. Scaldare in un pentolino una quantità non eccessiva di acqua mista a bicarbonato, far bollire e poi inalare a pieni polmoni: l’azione pungente esercitata dalle molecole rilasciate nell’aria libera parzialmente il condotto nasale procurando sollievo immediato.

  •  Il miele contro il mal di gola

Questo è un consiglio che è stato tramandato prima oralmente e poi scritto da generazioni intere, che non perde mai l'alone di mistero che lo circonda. Sarà vero? Il miele aiuta davvero a contrastare i sintomi del mal di gola? Effettivamente, una combinazione di the caldo o latte con miele è in grado di apportare benefici momentanei. In generale tutti i liquidi caldi assunti a temperatura stabile riescono a liberare le vie respiratorie (in modo parziale, ma pur sempre efficace) e consentono di dormire relativamente tranquilli. Un cucchiaio di miele di eucalipto al risveglio oltre ad ottenere l’effetto balsamico, migliora l’umore e da energia.

Non dimentichiamo la propoli, l’antibiotico naturale più efficace che esiste, sotto forma di tintura madre e di caramella assicura effetti battericidi e sfiammanti.

  •  Il potere dei gargarismi

Eseguire sessioni di gargarismi è una pratica non sempre nota o gradita a tutti. Utili contro il blocco delle vie nasali, ma anche per ridurre il fastidio derivante dall'onnipresente raffreddore.

Si tratta di pochi minuti che possono salvare il proprio status di persona sana, soprattutto se si è particolarmente propensi a contrarre malattie che interessano il settore respiratorio. Nel caso di una faringite che ha già coinvolto le ghiandole interne provocando arrossamento e infiammazione, è consigliato fare gargarismi con acqua salata, acqua e aceto bianco il quale ha virtù terapeutiche sorprendenti oppure acqua e limone, chiaramente il tutto deve essere prima bollito per alcuni minuti. Per rendere più gradevole il sapore si possono aggiungere delle foglie di menta o di alloro.

  • Mitiche erbe curative

Per quanto possa sembrare incredibile, gli effetti curativi di alcuni prodotti vegetali reperibili in erboristeria sono a dir poco fantastici. La liquirizia ne è un ottimo esempio, in grado di alleviare i sintomi di arrossamento che contraddistinguono la maggior parte delle malattie che provocano male alla gola, o placche localizzate sulle tonsille. Un decotto di salvia fresca è un toccasana, la stessa funzione si ottiene con il basilico e la cannella in stecche.

  • La fitoterapia

Fitoterapia, o fitomedicina: in entrambi i casi si tratta di una pratica terapeutica che coinvolge i rimedi di origine naturale per contrastare gli effetti degenerativi delle più svariate patologie. Astragalo, zenzero, spezie concentrate in infusi e tisane benefiche: la sostanza è tutta qui, i risultati sono garantiti nella maggior parte dei casi (prestate particolare attenzione alle allergie!) e si spazia da effetti temporanei a molto duraturi.

Alchemilla, altea, tiglio e camomilla dosati sapientemente costituiscono un rimedio di sicuro effetto.

Il processo di rinforzo delle difese immunitarie non interessa soltanto il mal di gola, ma prende di mira anche sintomi che solitamente si presentano concatenati tra loro fra cui annoveriamo petto congestionato, brividi da febbre, primi sintomi di natura influenzale e molto altro. Le controindicazioni sono pressoché inesistenti, per questo motivo la fitoterapia è una pratica ampiamente adottata a livello globale per curare e/o alleviare i più leggeri tra i sintomi.

Diretta esponente di questa disciplina è la floriterapia, la quale è ulteriormente suddivisa a secondo dei metodi con i quali sono considerati i singoli sintomi coinvolti. I Fiori di Bach rappresentano uno degli esempi più efficaci in tale ambito, comprendente diverse tipologie di piante e piccoli arbusti il cui fiore o frutto sprigionano alto potere terapeutico.

  • Omeopatia

Questa branca della “farmacia” naturale si avvale delle proprietà curative di alcuni minerali, zinco, oro, manganese, rame e argento sono i principali, associati e bilanciati fra loro da personale specializzato, oltre a curare sono un ottima terapia di prevenzione.



...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2013 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................