La salute in pillole

PLACCHE ALLA GOLA

di Nicolina Leone - Le cosiddette placche in gola, comunemente note anche come placche alle tonsille, sono una delle conseguenze associate a un rapido aumento della temperatura corporea fino a raggiungere una condizione di febbre medio/alta.

Non è raro contrarre tale sintomo anche senza la presenza apparente di febbre, per questa ragione non si riesce a determinare la causa scatenante e un approccio di tipo medico può essere laborioso. Nel momento in cui è coinvolta una qualsiasi patologia inerente le vie respiratorie (faringite, mal di gola cronico, tonsillite etc) si nota immediatamente una notevole difficoltà nel deglutire, associata a forte dolore localizzato.

Nel momento stesso in cui si presentano tali condizioni, è bene ricorrere a una diagnosi medica immediata.

Possibili cause delle placche e sintomi

Che cosa significa esattamente la presenza di placche sulle tonsille? In parole povere, non è altro che un accumulo di secrezioni ed elementi di scarto che non è stato possibile espellere secondo il normale processo respiratorio. La causa è ovviamente la patologia cui si fa riferimento, che ostruisce parzialmente i canali respiratori.

Potere determinare al meglio la causa delle placche è sicuramente il metodo migliore per contrastare il processo degenerativo: se sono diagnosticati altri sintomi tra cui rientrano mal di testa improvviso e rigidità della nuca potrebbe trattarsi di tonsillite, per la quale è necessaria una prescrizione medica di tipo sintomatico. Ciò sarà ulteriormente confermato da un seguente restringimento della gola, a causa del gonfiore che colpirà le tonsille.

Nel caso in cui sia isolata una causa di tipo batterico, si parla probabilmente di faringite acuta.

Faringite e placche sono due condizioni strettamente correlate quando si parla di vie respiratorie, e i sintomi che caratterizzano questo connubio sono piuttosto specifici:

  • Mal di stomaco
  • Improvvisa eruzione cutanea
  • Stanchezza di tipo cronico

Sono i principali campanelli d'allarme che suggeriscono l’infiammazione interna delle ghiandole.

In un tentativo ulteriore di identificare il mal di testa, è possibile misurarne frequenza e predisposizione.

Un dolore protratto per lunghi periodi anche se non particolarmente intenso è il tipico mal di testa causato da una forma di faringite acuta, che può essere sopportabile ma tremendamente fastidioso se impegnati in attività lavorative o ludiche. Un farmaco generico che funga da antidolorifico è la soluzione migliore cui ricorrere in tali occasioni. Tra i principi attivi che apportano sollievo a questa condizione, il paracetamolo spicca per prestazioni. Ciò non significa trascurare il problema, che dopo ripetuti trattamenti sintomatici è necessario sottoporre all’attenzione dello specialista per trovare una terapia ciclica da fare nel corso dell’anno, soprattutto nei cambi di stagione.

Sintomi secondari

Nel caso di pazienti particolarmente giovani o neonati, le placche alle tonsille possono comportare un moderato senso di nausea che tende raramente a sfociare in vomito. Il tutto è accompagnato da un insolito fenomeno di eruzione cutanea che interessa zone specifiche del corpo tra cui la parte interna delle ascelle e le pieghe della pelle stessa.

Molti pazienti riscontrano una riduzione considerevole dell’appetito, con seguente senso di spossatezza che impedisce di concentrarsi sulle attività in corso e sul lavoro, prevale la necessità di riposare possibilmente a letto.

In assenza di febbre, è comune un dolore localizzato al basso ventre con impossibilità in atti di piegamento.

Diagnosi e cura

Nel caso di placche derivate da tonsillite, il medico prescriverà una cura con farmaci antibiotici a largo spettro (cefalosporina, eritromicina, penicillina), associati ad antinfiammatori locali, protezione gastrica e vitamine.

In questo modo le condizioni migliorano sensibilmente nel giro di 3-4 giorni, per tornare in forma in meno di una settimana. È ovviamente consigliato un periodo di riposo da affiancare alle cure di carattere medico.

Evitare bevande che possano causare irritazioni alla gola è un ottimo metodo di preservare al meglio la condizione attuale della patologia, evitando che subisca un processo degenerativo. Stesso discorso si applica per cibi piccanti.

Per alleviare il senso di dolore in via temporanea, un ottimo rimedio casalingo è costituito dall'assunzione di miele.

Se invece la diagnosi mette in risalto un problema grave (ad esempio una faringite di carattere cronico che non ha subito le relative cure per tempo) il medico potrebbe richiedere il consenso per un trattamento di tipo chirurgico.

Le placche alle tonsille sono tuttavia un problema che difficilmente è ignorato, perché tra i primi sintomi vi è proprio la mancata possibilità di deglutire liquidi e solidi. Raramente ormai si ricorrere a soluzioni di tipo chirurgico, però è consigliato non sottovalutare la presenza delle placche anche in assenza di febbre alta.

Il tampone faringeo è l'esame che più di tutti riesce a evidenziare il tipo di problema che affligge l'organismo.

Detto questo, una diagnosi di carattere periodico al fine di supportare la prevenzione è un ottimo punto d’inizio per contrastare problematiche di questo tipo. I segnali inviati dal proprio corpo sono sempre caratterizzati da un fine ultimo, in altre parole quello di mettere in stato d'allarme il soggetto per spingerlo a provvedere al più presto alle cure necessarie.



...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Contatti   |    Archivio   |    Termini e condizioni   |     © Copyright 2013 lasaluteinpillole.it - supplemento alla rivista www.studiocataldi.it
...........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................